top of page

L'Esdebitazione del debitore incapiente (DLgs 14/2019)

Aggiornamento: 11 nov 2022

ESTINGUERE I DEBITI CON LE PROCEDURE DA SOVRAINDEBITAMENTO

La vita aspira i soldi e crea debiti. L'estinzione debiti bancari è importante. Anche i sistemi legali per non pagare debiti lo sono. La richiesta cancellazione debiti equitalia mi interessa. E anche come saldare debiti con agenzia delle entrate. La cancellazione debiti agenzia entrate  mi stuzzica.

INTRODUZIONE

Il 16 Luglio 2022 entra in vigore la nuova normativa sul sovraindebitamento.


La procedura di Esdebitazione del debitore incapiente consente al debitore di ottenere l'integrale estinzione dei debiti.


L'Esdebitazione del debitore incapiente, che è una delle quattro procedure previste dal DLgs 14/2019, rappresenta infatti un aiuto concreto predisposto dal Legislatore per consentire ai debitori di estinguere la propria complessiva esposizione debitoria.


Chi dunque è afflitto da troppi debiti trova nella Esdebitazione del debitore incapiente un aiuto efficace per estinguere i debiti.


Inoltre, l'estinzione ha ad oggetto qualunque tipo di debito compresi per esempio i debiti bancari, i debiti equitalia, i debiti finanziari, i debiti verso l'Agenzia delle Entrate ed anche quelli per INPS e INAIL.


Quindi liberarsi completamente dai debiti, e cioè ottenerne la completa estinzione, è effettivamente possibile perché esiste un'apposita legge che lo consente.


INDICE

1. Quali sono i presupposti affinché il debitore sovraindebitato possa ottenere la completa estinzione dei debiti con la procedura di Esdebitazione del debitore incapiente?

2. Quali sono i soggetti che possono presentare la domanda di Esdebitazione del debitore incapiente?

3. Quand'è che il debitore sovraindebitato è meritevole?

4. E' 'meritevole' il debitore che non ha pagato le tasse per finanziare la propria società?

5. Come si fa a sapere se il debitore è “incapiente”?

6. Documenti da allegare alla domanda di Esdebitazione

7. Quante volte il debitore può chiedere la completa estinzione dei debiti?

8. Da chi deve farsi assistere il debitore nella presentazione della domanda di Esdebitazione?

9. E' obbligatoria l'assistenza di un avvocato?

10. Al ricorrere di quali presupposti il Giudice concede la liberazione completa dai debiti?

11. Dopo che il giudice ha accolto la domanda di Esdebitazione del debitore incapiente, può venire meno la estinzione dei debiti?

12. In cosa consiste esattamente la liberazione completa dai debiti?

13. Dopo che il Giudice ha ordinato l'estinzione dei debiti, ci sono altre attività da porre in essere?

14. Cosa devi fare se pensi che la procedura di Esdebitazione del debitore incapiente faccia al caso tuo?


1. Quali sono i presupposti affinché il debitore sovraindebitato possa ottenere la completa estinzione dei debiti con la procedura di Esdebitazione del debitore incapiente?

Il debitore persona fisica meritevole, che non sia in grado di offrire ai creditori alcuna utilità, diretta o indiretta, nemmeno in prospettiva futura, può accedere alla procedura di Esdebitazione del debitore incapiente che consente la integrale estinzione dei debiti (art. 283, co. 1 e 7, CCI).


Nella sostanza, affinché il debitore possa ottenere la completa estinzione dai debiti - compresi quelli verso le banche, l’Agenzia delle Entrate, l’Agenzia delle Entrate Riscossione (la ‘vecchia’ Equitalia) per le cartelle di pagamento e esattoriali, l'INPS, l'INAIL e le finanziarie - devono ricorrere tre presupposti:

  • primo, il debitore deve essere una persona fisica;

  • secondo, il debitore deve essere meritevole;

  • terzo, il debitore deve essere incapiente cioè non deve essere in grado di offrire ai creditori alcuna utilità (neppure in prospettiva futura).

Il Giudice, quindi, se ritiene sussistenti questi tre presupposti, concede l'estinzione dei debiti.


2. Quali sono i soggetti che possono presentare la domanda di Esdebitazione del debitore incapiente?

Come più sopra visto è ammesso alla procedura di Esdebitazione del debitore incapiente, al fine di liberarsi completamente dai debiti, soltanto il debitore persona fisica e cioè l’individuo.


Può quindi presentarla il consumatore, il professionista, l’imprenditore minore (cioè sono sotto determinate soglie di attivo patrimoniale, di ricavi e di debiti) o l'imprenditore agricolo.


Sono invece esclusi tutti i soggetti collettivi e, quindi, le società, le associazioni, le fondazioni e via dicendo.



3. Quand'è che il debitore sovraindebitato è meritevole?

Il debitore è meritevole quando non ha compiuto atti in frode ai creditori e quando non è incorso in dolo o colpa grave nella formazione dell'indebitamento.


Sul concetto di meritevolezza del debitore, la cui sussistenza rappresenta il secondo presupposto per accedere alla procedura di Esdebitazione del debitore incapiente, si rinvia a quanto più in generale approfondito in altro post.


4. E' 'meritevole' il debitore che non ha pagato le tasse per finanziare la propria società?

No, la giurisprudenza ha chiarito che il presupposto della meritevolezza ai fine del riconoscimento dell'Esdebitazione, e cioè dell'estinzione dei debiti, deve essere valutato in modo molto rigido e che tale requisito non sussiste per la persona che con le risorse disponibili, anziché pagarci le tasse, ha finanziato la sua società (Trib. Modena, 2/3/2022 su legge 3/2012).


5. Come si fa a sapere se il debitore è “incapiente”?

Come sopra già accennato il terzo requisito per beneficiare dell'estinzione dei debiti, e cioè per ottenere l'Esdebitazione, è che il debitore sia incapiente.


Il debitore è incapiente quando, al momento della presentazione della domanda di esdebitazione, non possiede beni (case, macchine, motorini) di valore apprezzabile e neppure un reddito superiore a quello strettamente necessario alla sussistenza sua e della sua famiglia.


La quantificazione del reddito strettamente necessario alla sussistenza del debitore e della sua famiglia coincide con l’assegno sociale (pari ad € 468,10 nel 2022), moltiplicato per 13 mensilità, aumentato della metà e moltiplicato ancora per il parametro di equivalenza previsto per l’ISEE in base al numero dei componenti della famiglia; tale reddito in concreto è pari a:

  • 9.120 € se il debitore non ha famiglia (solo lui);

  • 14.317 € se i componenti della famiglia sono due (compreso il debitore);

  • 18.603 € se i componenti della famiglia sono tre;

  • 22.400 € se i componenti della famiglia sono quattro;

  • 25.989 € se i componenti della famiglia sono cinque (art. 14 quaterdecies, co. 2, Legge n. 3/2012 e Trib. Mantova 25/1/2022).

Questo reddito rappresenta la soglia minima per il sostentamento del debitore e del suo nucleo familiare che non impedisce ad esso di accedere alla procedura di Esdebitazione del debitore incapiente; al contrario, un reddito superiore a queste soglie impedisce l’accesso alla procedura (in questo caso il debitore ha invece accesso alla procedura di Liquidazione controllata).

In definitiva, il debitore è incapiente, e quindi ricorre il terzo dei tre requisiti sopra visti per ottenere l’Esdebitazione, se ha un reddito pari o inferiore alle soglie ora individuate (Trib. Milano 26/10/2021 su legge 3/2012).


6. Documenti da allegare alla domanda di Esdebitazione

Alla domanda di esdebitazione deve essere allegata la seguente documentazione:

  • l'elenco di tutti i creditori con l'indicazione delle somme dovute;

  • l'elenco degli atti di straordinaria amministrazione compiuti negli ultimi cinque anni;